Italia Eventi 24
LinguaIT
Sul turismo sostenibile e destagionalizzazione in Sardegna

Approdare nelle coste della Sardegna in periodo estivo è certamente la tendenza più diffusa tra i turisti che arrivano nell’isola. Ritengo sia un vero peccato che,in un’area geografica a clima mediterraneo con bassa frequenza di precipitazioni,il territorio venga considerato come “appetibile” turisticamente per non più di 4 mesi all’anno. Il discorso molto attuale di sostenibilità ambientale connessa al turismo può collegarsi per vari aspetti alla destagionalizzazione dello stesso.

Altro fattore significativo nel misurare l’”impatto” turistico sul territorio è rappresentato dagli interventi su trasporti e mobilità. Sono sempre più diffusi sistemi di trasporto conosciuti come “eco-friendly” (dall’inglese “friendly” = amichevole). Basti pensare al fenomeno del bike sharing,che consiste nella “condivisione” (sharing) di biciclette “pubbliche”,tramite sistemi di noleggio a tempo o abbonamenti,con stazioni sparse nella città (o più in generale nei luoghi) dove è presente il servizio. A Cagliari è di recente presente un servizio di bike sharing,ed anche i sistemi urbani nel nord Sardegna stanno predisponendo analoghi servizi di mobilità sostenibile. Il bike sharing è un sistema ormai consolidato nelle grandi città europee. Tuttavia in Sardegna è possibile pensare ad un utilizzo dello stesso anche al di fuori del centro urbano,mirando alla promozione del patrimonio ambientale con un ulteriore punto (la bicicletta) a favore della sostenibilità.

Il discorso relativo al bike sharing può essere collegato all’ampliamento della stagionalità del flusso turistico. Infatti se da un lato l’estate ci regala le belle giornate,dall’altro è opportuno considerare che le temperature non sono di certo quelle ideali per le pedalate (per la maggior parte delle persone).
I temi legati al turismo sostenibile e responsabile sono stati oggetto di diverse linee programmatiche negli ultimi decenni,come ad esempio l’Agenda 21 (programma d’azione a livello mondiale dedicato allo sviluppo sostenibile). La pianificazione è importantissima al fine di valutare e migliorare il meccanismo “input – output” del sistema turistico e ambientale.

Personalmente credo che i mesi in prossimità del periodo estivo,sia prima che dopo,meritino una maggiore promozione di quel turismo culturale,ambientale ed enogastronomico che porterebbe,se bene strutturato,degli enormi benefici al territorio. Vedo inoltre la qualità dell’offerta turistica come misurabile attraverso vari indicatori e tra questi vi sono sicuramente: l’impatto territoriale che lo stesso servizio implica; le “informazioni” a disposizione del turista per meglio conoscere il nostro patrimonio (risorse naturali,risorse culturali e storiche,enogastronomia…).
E’ quindi di fondamentale importanza promuovere le meritevoli risorse della Sardegna sia attraverso la promozione di percorsi tematici che stimolino la conoscenza del patrimonio che attraverso l’informazione sulle risorse da noi presenti,in modo che ognuno sia libero di crearsi il proprio percorso.

Carlo Zucca
Tecnico ambientale,sistemi gestionali,open source
Spazio web: Formazion&Tech
http://formazionetech.altervista.org

Carlo Zucca

0 eventi pubblicati

1 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

# Altre Notizie

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed
Regione Autonoma della SardegnaANCIACI

E24 S.r.l. P.iva 03760860928

SardegnaEventi24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Sassari al n.1 del 16/04/2018

Registrazione Tribunale di Sassari n°8 del 09/08/2010

Sede Legale: Via S. Sonnino 128 - 09127 Cagliari Italy

Sede Operativa: Piazza del Comune, 6 - 07100 Sassari Italy - Tel. +39 079 291662

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español