Italia Eventi 24
LinguaIT
Jovanotti illumina Cagliari: trionfo nella tappa sarda del “Backup tour”

È stata una festa proprio per tutti,elettrizzante,travolgente ed emozionante. Se una degna conclusione doveva esserci,c’è stata sabato 20 luglio davanti ad un’arena stracolma e pronta a ballare per quasi tre ore sotto le note degli ultimi venticinque anni dei successi di Lorenzo in quest’ultima tappa del suo “Backup tour”. Sono le 21:45 quando si spengono le luci ed un Jovanotti carico di energia abbraccia e saluta il pubblico sardo sulle note di uno dei brani che lo hanno reso celebre:“Ciao mamma”.

Inutile dire che è lui,indiscutibilmente,lo spettacolo nello spettacolo: scintillante giacca bicolore,scarpa argentata e sorriso da eterno ragazzino. È irrefrenabile Lorenzo,corre come una scheggia,si destreggia come un maratoneta da una parte all’altra del palco,riuscendo a coinvolgere con un vortice di adrenalina ogni singolo spettatore. Grandi e piccini,uniti in una sola voce saltano,ballano e cantano a squarciagola mentre nei maxischermi si susseguono splendide immagini dai colori sgargianti. Una miriade di generi musicali con cui Lorenzo trasporta i suoi fans tramite i suoi brani che spaziano dall’elettronica di “Megamix”,al rap di “La mia moto” e “Serenata rap”,fino ad arrivare alle canzoni d’amore più emozionanti,come “Tutto l’amore che ho”,“Mi fido di te” e “Le tasche piene di sassi”.

Tre ore di grande musica ma anche di parole profonde,sono pochi infatti gli interventi di Jovanotti,ma il primo di questi apre il cuore,in quanto ripercorre la sua carriera in parallelo agli eventi che hanno caratterizzato questi ultimi 30 anni.

Lorenzo ricorda come proprio il 20 luglio sia una data importantissima per sé in quanto lo sbarco dell’uomo sulla luna costituisce il primo ricordo della sua vita. La stessa luna che illumina Cagliari e lo stesso cielo stellato in cui si possono unire i puntini proprio come il famoso gioco citato dal cantante toscano.

Il suo è un messaggio di speranza,un incoraggiamento a non smettere di sognare. Oltre a questo non può mancare,come nel 2011,il tributo al mai dimenticato amico Andrea Parodi e la sua “No potho reposare”,abilmente rieditata da Lorenzo,che regala tre minuti di pelle d’oca al pubblico sardo.

Tra cambi d’abito dai colori sempre più stravaganti,giochi di luce psichedelici,e immagini elettroniche abilmente realizzate corrono senza sosta i più grandi successi del cantautore. Da “Il più grande spettacolo dopo il big bang”,passando per il successo più conosciuto nel mondo “L’ombelico del mondo”,si arriva alla degna conclusione che prevede un ringraziamento speciale: per la realizzazione di questo splendido spettacolo,non basta la figura di Lorenzo,come lui stesso ricorda tutto questo non avrebbe avuto luogo senza gli oltre 300 collaboratori,ma soprattutto la sua incredibile band,capitanata dall’instancabile bassista Saturnino Celani che lo stesso Jovanotti definisce un vero e proprio albero maestro. Sono loro a prendere la scena finale che prevedere 10 minuti di grandi applausi. Il messaggio di chiusura di Lorenzo invita il pubblico a non mollare in questo momento difficile e “Penso positivo” è certamente la canzone che al meglio può regalare speranza ai giovani.

Si conclude dunque un tour che ha fatto il pieno in tutti gli stadi con 12 tappe e ben mezzo milione di spettatori,bastano questi piccoli numeri per capire quanto sia amato nel nostro paese un mito vivente come Jovanotti.

Trovate alcune delle foto realizzate durante il concerto sulla pagina Facebook di Sardegna Marenostrum

Alessandro Sanna

0 eventi pubblicati

6 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

# Altre Notizie

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español