Italia Eventi 24
LinguaIT
Il pane in… festa
Sant'Antioco e il suo "coccoi de du santu"

L'impegno e la dedizione verso i tradizionali gioielli di pane destinati a Sant'Antioco Martire

Il pane,immancabile cibo quotidiano che accompagna squisitamente i nostri pasti,può in alcune circostanze “trasformarsi” e diventare oggetto di regalo oppure di decoro. Queste circostanze,sempre legate a dei momenti di festa in particolare,possono essere l’offertorio di una messa solenne o una importante processione legata al culto di un Santo.
Riguardo l’offertorio,la gioia e la fede di chi durante quella messa vuole donare quel pane,fa sì che esso sia in occasione di festa ancora più prezioso non solo nell’intenzione ma anche nell’aspetto.

Ed ecco che,soprattutto nella tradizione sarda, si possono ammirare delle vere opere d’arte fatte di pane e portate come dono sull’altare. Un’occasione speciale è quella dei matrimoni,dove è ormai diventata tradizione preparare per il momento dell’offertorio il “pane degli sposi”.
Come scritto inizialmente,anche le feste e le tradizioni legate al culto di un Santo godono della presenza del pane e tra queste voglio riportare alcune notizie legate alla festività dedicata a Sant’Antioco Martire presso l’omonima isola situata nel Sulcis Iglesiente. La devozione che gli antiochensi nutrono ora come nei secoli passati per questo Santo ha portato alla realizzazione di una Sagra a lui dedicata (quella appena trascorsa è stata la 652°),dove sono numerosi i gruppi che sfilano con i costumi tradizionali portando cesti di dolci e di pane particolarmente abbellito per l’occasione.

La prima volta che vidi la processione del Santo,ciò che colpì la mia attenzione fu un “pane particolare” che adornava il suo Simulacro e Reliquia. Non avevo mai visto del pane esposto così come un gioiello prezioso e portato in processione e ciò fu per me motivo di curiosità. Scoprii in seguito che veniva chiamato “su coccoi de su Santu”. Pensai allora che di sicuro esisteva un’importanza e una tradizione legata a questi gioielli di pane soprattutto per la loro particolare lavorazione,perchè oltre le piccole dimensioni,riportano sulla loro superficie delle piccole sculture,sempre di pasta di pane,raffiguranti temi quali fiori (margherite,gigli,rose),grappoli d’uva,colombelle e spighe.

Quello che inizialmente nasce come "pane da forno",anche se esclusivamente senza lievito,viene poi impreziosito con dei piccoli quadrati di carta dorata (decoro chiamato orpeddu),in seguito viene ancora arricchito con dei nastri rossi (simbolo del martirio del Santo) i quali hanno anche la funzione pratica di permettere la "legatura" alla piana del Simulacro e della Reliquia.
Seppi che quel pane proveniva da una promessa rivolta al Santo da una signora del paese,perciò un pane votivo che inizialmente voleva essere un ringraziamento verso il Santo per una grazia ricevuta è poi divenuto “decoro” per il Simulacro e la Reliquia di Sant’Antioco Martire.

La signora che inizialmente fece quel voto ormai non è più in vita,ma la preparazione del pane continua ogni anno grazie alle signore volenterose che hanno appreso quell’arte dalle sue discendenti. Un’arte che sia per le signore appena citate così come per chi si impegna a preparare e decorare il pane destinato all’offertorio,è conseguenza di una forte devozione e cura di una tradizione sentita e vissuta ora come nei tempi antichi.

daniela casu

8 eventi pubblicati

6 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

# Altre Notizie

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed
Regione Autonoma della SardegnaANCIACI

E24 S.r.l. P.iva 03760860928

SardegnaEventi24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Sassari al n.1 del 16/04/2018

Registrazione Tribunale di Sassari n°8 del 09/08/2010

Sede Legale: Via S. Sonnino 128 - 09127 Cagliari Italy

Sede Operativa: Piazza del Comune, 6 - 07100 Sassari Italy - Tel. +39 079 291662

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español