Italia Eventi 24
LinguaIT
Giovani,sardi ed emigrati: Andrea e quella costante voglia di tornare a casa
La nuova emigrazione dei giovani sardi

Le poche righe che seguono le ho scritte mentre aspettavo l’aereo in un giorno come tanti.

Un altro check-in fatto poche ore prima della partenza,valigia piena di profumi e sapori
 della mia Terra,corsa in aeroporto,baci e abbracci con le persone a me care,l’ennesimo 
ritardo e via si parte. Si va "fuori",si va a lavorare… Si perché qua non c’è niente,qua 
vanno avanti solo le persone con le conoscenze giuste,qua ci chiudono le fabbriche e
 non sappiamo neanche il motivo,qua che noia,invece chissà a Milano quanto ti diverti,
 qua puoi fare solo il cameriere,qua uff oggi a lavoro non vado,qua se vuoi lavorare le
 condizioni sono queste sennò quella è la porta,qua c è rassegnazione,qua ci vuole
 coraggio per restare e lottare,qua è colpa dei politici,qua c’ è chi,per lavorare,si alza
quando il sole non è ancora sorto e va a letto che è tramontato da ormai troppo tempo,
qua ci illudono e poi ci abbandonano,qua siamo capaci solo a lamentarci,qua devo fare
 due lavori per campare,mi sa che vado in Inghilterra lì ho una buona paga e non mi
 sfruttano… e il mio paese è sempre più vuoto,disperatamente silenzioso.

Pensi già 
di sapere quanto sia bella la tua Terra,ma ti accorgi che è meravigliosa quando inizi a
pensarla di continuo,quando ti manca il tuo paese e la sua routine,quando ti guardi
 intorno e vedi mille volti ma non trovi uno sguardo amico,quando si apre il portellone
 dell’aereo e finalmente la respiri,quando tutti ti dicono: "Che bella la Sardegna,
ma cosa ci fai qui???".

Io – per fortuna – faccio un lavoro che mi gratifica,lo volevo fare sin
 da bambino e con mille sacrifici ho coronato il mio sogno e adesso vivo in "continente".


Allora appena ho un paio di giorni cerco di vivere la mia realtà,torno a casa per
 vedere la mia famiglia,la mia ragazza e i miei amici,vorrei fare tante cose ma è già 
tempo di prendere un altro aereo…


Sai,Sardegna,negli anni ho incontrato tante persone Ti lasciavano piangendo,altre che appena
 Ti vedevano non staccavano gli occhi dal finestrino. È un amore viscerale quello che ci
 lega e che non si riesce a spiegare.

Ma adesso tutto sarà sempre più difficile,Loro 
hanno deciso così! Forse Bruxelles ha deciso,forse la Regione ha deciso,o forse non si
 sono capiti?

In Sardegna dovremmo sviluppare il nostro reddito sul turismo e invece 
sento solo parlare di problemi per la stagione ormai alle porte.

Forse una delle chiavi 
per far rinascere il territorio sarebbe quella di puntare
 tutto l’anno sui collegamenti aerei e marittimi low cost. Forse quegli stessi aerei o navi
 pensati per i turisti verrebbero presi anche dai Sardi ormai dimenticati,che a migliaia
 vivono lontano dalla propria Terra.

Ho un cassetto pieno di forse e di chissà.

Ecco,"Chissà" se chi "comanda" sa quanto costa il mio biglietto e quanto pesa sul bilancio a fine mese.

alusai87

1 eventi pubblicati

1 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

# Altre Notizie

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español