Italia Eventi 24
LinguaIT
Teatro in viaggio debutta ad Arzachena
Lungo la rotta dei migranti: scritto,diretto e interpretato da Pietro Floridia
19/02/2014

Metti in evidenza il tuo evento

Evidenza Facebook

Si apre il sipario sul “Teatro in Viaggio/ Lungo la rotta dei migranti”,lo spettacolo del Teatro dell’Argine scritto,diretto e interpretato da Pietro Floridia,nel cartellone della Stagione 2013-14 del CeDAC nell’ambito del XXXIV Circuito Teatrale Regionale Sardo: DOMANI (mercoledì 19 febbraio) alle 21 il debutto regionale all’Auditorium Comunale di Arzachena,poi si replica giovedì 20 febbraio alle 21 al Teatro Costantino di Macomer e infine venerdì 21 febbraio alle 21 al Teatro San Bartolomeo di Meana Sardo per un trittico nell’Isola dell’originale e coinvolgente diario di bordo tra l’Italia e l’Africa
Affascinante e insolito “diario di bordo” tra incontri e avventure,sbarca nell’Isola sotto le insegne del CeDAC per la Stagione di Prosa 2013-14 ( nell’ambito del XXXIV Circuito Teatrale Regionale Sardo) “Teatro in Viaggio/ Lungo la rotta dei migranti”,intenso ed emozionante spettacolo di narrazione (con musiche e immagini) firmato Teatro dell’Argine,con drammaturgia e regia di Pietro Floridia,anche protagonista sulla scena con un racconto fatto di imprevisti e pericoli,ma soprattutto incontri preziosi lungo un itinerario da Bologna fino a Diol Kadd,nel Senegal.
Un viaggio alla ricerca delle radici su un continente – come quello africano – ricco di storie e leggende,ispirate allo stretto rapporto con un mondo magico,e con antichi riti e saperi tradizionali,sul filo dell’inquietudine che è il senso di una “mancanza” per chi vive lontano dalla terra natìa e dai luoghi dell’infanzia ma anche il desiderio di conoscere e sperimentare,di incontrare universi e culture remote,che nutre l’ispirazione degli artisti. L’idea di ripercorrere idealmente il cammino di quanti – spinti dalla necessità e dalla fame,dalle persecuzioni etniche,politiche e religiose e dalle guerre – scelgono l’Europa come possibile e desiderabile “terra promessa” acquista un valore simbolico all’interno di un’amicizia: il regista (e attore) Pietro Floridia e lo scenografo Gabriele Silva a bordo del mitico Landone (un malandato fuoristrada) partono alla volta di Diol Kadd,il villaggio del Senegal dove ha casa Mandiaye N’Diaye (noto interprete del Teatro delle Albe) per incontrare gli attori della compagnia Takku Ligey. Un progetto “teatrale” sulle soglie del Terzo Millennio diventa – quasi inevitabilmente – un incontro tra popoli e civiltà: nell’era dei viaggi spaziali per scoprire i segreti della nostra galassia la logistica del tragitto tra Italia e Senegal si trasforma in un esercizio di fantasia,tra le molte soste in villaggi a malapena segnati sulla mappa,e gli effetti tragicomici dovuti allo sgangherato mezzo di trasporto,con visioni indimenticabili di paesaggi arcani.
Racconto di un’avventura – già trascritto sulla pagina nell’omonimo libro,poi trasportato sulla scena con le animazioni di Luana Pavani e il supporto tecnico di Jahabli Zine Labidine – “Teatro in Viaggio/ Lungo la rotta dei migranti” di e con Pietro Floridia racchiude in sé lo spirito dei nostri tempi e la poetica della compagnia Teatro dell’Argine,fondata nel 1994 – con sede in San Lazzaro di Savena (Bologna) – da un gruppo di (allora) giovanissimi professionisti,e aperta a nuovi apporti e progetti,con un respiro sempre più internazionale,ache grazie a co-produzioni come “Pane Quotidiano” (regia di Claudia Hamm),“The march/La marcia” (regia di Steve Lambert) e ancora “The Metamorphosis/ La Metamorfosi” con regia dello stesso Floridia,in collaborazione con il palestinese Al-Harah Theater.
L'(auto)ironia è il sottile fil rouge che unisce i singoli episodi,tra le buffe peripezie di questi novelli esploratori alle prese con i misteri e la bellezza dell’Africa e i molteplici insegnamenti di un’antica e meravigliosa semplicità e saggezza di genti abituate a trasformare il poco in ricchezza e a vivere e sentire ogni istante della giornata,in un tempo naturale e più “umano”,ben diverso dai ritmi frenetici delle metropoli. Il suono del silenzio,l’aria della notte,le voci della natura che mutano ad ogni latitudine esercitano il loro potere di seduzione; è il principio stesso del viaggio,con il variare del panorama,dei sapori,dei colori e degli odori,le differenti condizioni atmosferiche,e l’eco delle parole in lingue diverse,con altre musiche e altri canti che suscitano emozioni e percezioni sempre nuove,e sorprendenti,a suggerire una sorta di risveglio della coscienza.
La metafora del viaggio come percorso interiore vale pure alla rovescia,quando la misurazione delle distanze percorse e da percorrere si somma alla conta dei giorni,in un susseguirsi di appuntamenti – voluti e cercati – con il destino: il “Teatro in Viaggio” è anche esperienza pratica,della vita nomade degli attori,con gli scambi culturali con altri artisti e con il pubblico,i laboratori come momento di osmosi e creazione,e condivisione di orizzonti.
Sulla mappa si susseguono territori e confini,da San Lazzaro vicino a Bologna,in Italia a Diol Kadd nel Senegal,attraverso Marocco,Sahara occidentale e Mauritania «sulle tracce di Zine,che dice aver perduto metà di sé nel deserto,di Mustafà stregato per tre anni dall’incantesimo del Caffè Hafa,di Issam musicista dalle dita di farfalla finito ustionato in una bettola di Barcellona,di Said che a piedi è giunto in Italia per amore…»
Sul filo dei ricordi,la narrazione mette in luce anche le molteplici contraddizioni del continente africano,ricchissimo di materie prime,ma travagliato e ferito da guerre e carestie,scontri etnici,antichi fantasmi e rinnovate paure; e il contrasto tra il benessere sempre più sfumato dell’Occidente e le tragedie dei popoli in fuga verso la libertà. “Teatro in Viaggio/ Lungo la rotta dei migranti” è anche un doloroso e amaro diario del nostro tempo,tra la poesia di uno sguardo e di un sorriso e la cruda e nuda verità su noi e sugli altri… così vicini e così lontani. Senza però rinunciare alla leggerezza,perché è proprio l’ironia che meglio aiuta a leggere il mondo.
INFO & PREZZI
ARZACHENA:
Biglietti
Posto unico: intero €14– ridotto €11
info: tel: 328 6996706

Organizzazione

328 6996706


AnnaBrotzu CeDAC

73 eventi pubblicati

0 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

Meteo

Min. °C
Max. °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
Il Meteo.net

Allerta Meteo

Rischio Idraulico

Oggi
Domani

Rischio Idrogeologico

Oggi
Domani

Temporali

Oggi
Domani
Scala di rischio
Moderato
Importante
Elevato

# Altri Eventi

17/05/2019
Sassari
24/03/2019
Villanova Truschedu
dal 21/03/2019 al 04/07/2019
Cagliari
dal 18/06/2019 al 19/06/2019
Cagliari
dal 12/03/2019 al 18/04/2019
Cagliari
24/03/2019
Collinas
dal 01/03/2019 al 31/03/2019
Solarussa
  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

E24 S.r.l. P.iva 03760860928

SardegnaEventi24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Sassari al n.1 del 16/04/2018

Registrazione Tribunale di Sassari n°8 del 09/08/2010

Sede Legale: Via S. Sonnino 128 - 09127 Cagliari Italy

Sede Operativa: Piazza del Comune, 6 - 07100 Sassari Italy - Tel. +39 079 291662

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español