Italia Eventi 24
LinguaIT
Presentazione del libro “Tracce Antiche” di Francesco Da Villacidro
01/05/2015

Metti in evidenza il tuo evento

Evidenza Facebook

Ecco ancora Francesco da Villacidro proporre ai suoi concittadini "Tracce Antiche" suo secondo romanzo dopo,“Spiragli” (prima raccolta di poesie del 1998),Versi Erranti (seconda raccolta di poesie del 2013) e il suo primo romanzo “Lupi e Agnelli (Storia di un figlio di Leni)” del 2013.

La storia narrata è frutto della fantasia,con piccoli accostamenti alla storia dell’epoca in cui è ambientata,di vero c’è il fatto che il famoso leccio dell’impiccato esisteva veramente nei pressi dell’incrocio che porta allo stradone di Monti Mannu,e che vi fu impiccato un innocente.
I vecchi hanno tramandato fin dal 1450 la storia di questo innocente,e raccontano di un caprone bianco che per secoli ha vagato sterminando i suoi assassini.
Secondo la leggenda gli assassini sono morti tutti di morte violenta,nella valle di Colle Scioni. Anche di recente è accaduto che dei cavalli,transitando per quella strada,si imbizzarrissero e disarcionassero il cavaliere.
Negli anni cinquanta del secolo scorso una cavalla s’impennò e disarcionò il ragazzo che la montava,facendolo finire nella grande siepe di rovi per salvargli la vita.
Nella sua folle corsa la cavalla fu investita da un camion che scendeva da Monti,se non l’avesse disarcionato,il ragazzo e la cavalla sarebbero finiti sotto le ruote del camion.

Episodio,questo,che molti ancora oggi ricordano. Appare straordinario poi che le apparizioni del caprone bianco siano cessate molto più tardi,intorno agli anni settanta,quando i sacerdoti decisero di mettere in pratica le litanie,cioè celebrare messe con lo scopo di raccogliere le anime vaganti che non trovavano riposo perché prive di degna sepoltura. Da allora nessuno ha più visto il caprone bianco che si faceva rincorrere per poi svanire quando veniva raggiunto da qualche stolto che credeva di poterlo acchiappare. E’ vera invece la storia dell’usura dei proprietari che prestavano soldi ai contadini poveri con interessi enormi e si impossessavano delle loro misere proprietà,se non riuscivano a restituirli,perché gli usurai agivano furbescamente. Questo sistema è stato adottato fino ai giorni nostri e qualcuno lo pratica ancora.

Naturalmente,come dice il mio racconto,quando,venduto il raccolto,i contadini andavano a restituire il dovuto all’usuraio,questi li incoraggiava e li convinceva a trattenere ancora il debito per un tempo ulteriore.
Poi successivamente quando era certo che non avrebbero potuto pagare,lo esigeva e pretendeva e otteneva la cessione di qualche pezzo di terreno del valore di gran lunga superiore al debito. In questo modo i contadini versavano in condizioni tanto pietose da non poter dare sostegno alle loro famiglie e gli usurai si arricchivano sempre di più.

Ingresso gratuito.
Il libro è disponibile o ordinabile in tutte le librerie,su tutti i Bookstore nazionali o sul sito della casa editrice: www.youcanprint.it

Mario Cabriolu

23 eventi pubblicati

0 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

Meteo

Min. °C
Max. °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
Il Meteo.net

Allerta Meteo

Rischio Idraulico

Oggi
Domani

Rischio Idrogeologico

Oggi
Domani

Temporali

Oggi
Domani
Scala di rischio
Moderato
Importante
Elevato

# Altri Eventi

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed
Regione Autonoma della SardegnaANCIACI

E24 S.r.l. P.iva 03760860928

SardegnaEventi24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Sassari al n.1 del 16/04/2018

Registrazione Tribunale di Sassari n°8 del 09/08/2010

Sede Legale: Via S. Sonnino 128 - 09127 Cagliari Italy

Sede Operativa: Piazza del Comune, 6 - 07100 Sassari Italy - Tel. +39 079 291662

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español