Italia Eventi 24
LinguaIT
Preludio Festival Letterario della Sardegna 2015 a Gavoi: “Un anno sull’Altipiano”
Dal 13/06/2015 al 14/06/2015

Metti in evidenza il tuo evento

Evidenza Facebook

L’iniziativa rientra nel programma di Governo per il Centenario della prima guerra mondiale curato dalle struttura di missione per gli anniversari di interesse nazionale.

"Mab Teatro" col Patrocinio della Presidenza del Consigli dei Ministri “Struttura di missione per la commemorazione del centenario della prima guerra mondiale”- Spettacolo di rilevanza Nazionale Ce.D.A.C. Sardegna – Circuito Teatrale Regionale Sardo
Assessorato del Turismo,Artigianato e Commercio Regione Autonoma della Sardegna "ISOLA SENZA FINE"
"Monachella,sui ritmi,gli echi,i suoni rievocativi e gli scoppi e rimbombi ritmici che gli propongono i due musicisti,contrapposti eppure in continuo e ricco dialogo,recita,modifica toni e intensità,volume e colore del suo racconto, portando emotivamente gli spettatori all’interno del racconto" Ansa.it Paolo Petroni
"E mentre Daniele Monachella legge,il suono delle launeddas,quasi un lamento,lascia scorrere nella mente dello spettatore le immagini di una Sardegna assai diversa dalle spiagge colonizzate: la Sardegna degli olivastri piegati dal vento,delle alture bianche e crudeli del Supramonte,delle miniere buie dell’Iglesiente,dei pascoli solitari e per niente oleografici; la Sardegna amara della luna piena,macchia oleosa sulla valle dei Nuraghi; la Sardegna del commovente Museo della Brigata Sassari in Piazza Castello a Sassari,non segnalato in alcuna guida turistica; la Sardegna delle incrollabili,potenti,mute case di pietra: come quelle di Amurgia,borgo natale di Lussu di appena 500 anime […] Tutto questo,nell’ora intensa del recital,lo spettatore lo sente,con la mente,col cuore,con un brivido incontrollabile alle parole di un canto di guerra,“Forza Paris”,“Forza insieme!’”,che diventa paradossalmente urlo altissimo,dalla infinita eco,contro la guerra. Poi le luci del palco si spengono. Ovazione." Stratagemmi Prof.ssa Sotera Fornaro

"La rappresentazione colpisce nella carne viva e fa male. Proprio per questo,nel centenario della Prima Guerra Mondiale,“Un anno sull’altipiano” è uno spettacolo così importante" OpenMag.it

"La rielaborazione per il teatro,pur nella quasi assoluta staticità dei tre interpreti,per la sua capacità di suscitare con la voce e con le musiche la potenza drammatica contenuta nelle parole,è carica di pathos al punto da suscitare intensa emozione e commozione" Gufetto.it
"Due linguaggi che si integrano e si rafforzano a vicenda,per dare vita a un percorso emozionale,a tratti scioccante" Dazebao.it
"Un docu-spettacolo prezioso o se preferite un concerto in cui a un cantautore si sostituisce un narratore intenso e deciso,il cui scopo è mantenere viva la memoria di uno dei tanti episodi insensati del nostro Paese" Saltinaria.it
"Un superbo monologo a più voci che devasta,senza respiro,incalzante (…) E’ la magia della musica che incontra il teatro che diviene casa comune" Retezero.it

La prima Guerra Mondiale,la Grande Guerra. I Dimonios della Brigata Sassari e gli eventi della trincea. La memoria,la poesia del ferro e del cognac,del fuoco e del sangue. Mentre i Giganti Europei cadono,cadono le vittime sul fango dell’Altipiano. I flash,le fughe e le ferite della Grande Cagnara.

La lettura resa ricca dalle parole di un autore che si rivolta moralmente alla guerra e alla classe che la provoca. I suoni provocatori di chitarra e launeddas e tamburi,notoriamente strumenti del folklore,intrecciano la narrazione e parlano in questo viaggio con suoni universali. Il recital tratto dal memoriale di Emilio Lussu "Un anno sull’Altipiano" prende spunto dall’esergo presente nel libro "Ho più ricordi che se avessi mille anni",di evidente rimando a "I fiori del male" di Baudelaire.

Il testo letterario fu il fedele amico dell’autore,durante la sua lunga permanenza nei sette Comuni dell’Altipiano di Asiago. L’alto valore letterario,civile,identitario,storico e sociale dell’opera,traduce in esigenza artistica la volontà di tramandare attraverso il linguaggio performativo di prosa-musicale,il messaggio morale contenuto in essa,nonché onorare la memoria del popolo sardo che con migliaia di vite umane,pagò l’immane prezzo della Grande guerra.È noto che i dominatori spagnoli vissuti in Sardegna,definivano i sardi "Pocos locos i mal unidos",mentre Emilio Lussu,nella sua analisi testuale,sottolinea come per la prima volta i sardi rimasero coesi,seppur nella sventura delle trincee. Riunisce il pensiero collettivo dei "Diavoli Rossi",sotto l’egida del motto "Fortza paris" – "Forza insieme". Unità,solidarietà e fratellanza,furono i comuni denominatori che permisero agli sfortunati combattenti,di trascorrere quei tre lunghi anni di guerra.

Protagonisti
Daniele Monachella:

Attore-doppiatore si forma con C.Leonardi,E. Gallot Lavalleè,M.Bogdanov,J. Sanchis Sinisterra,F. Manetti,A. Alvarado,K. Crawford,G.De Monticelli,S.Tcherkasskij,Gioele Dix,V. Bertinetti,M. Monetta,M.Flach,Peter Clough,Toni Servillo. Frequenta il C.Sp. di Cinematografia,l’Acting Studio di L.A.,studia doppiaggio presso il CTA di Milano diretto da N. Ramorino e canto con Tiziana Salvador. Tra le sue interpretazioni teatrali "Due mariti e un matrimonio" diretto da R.Marafante,il professore ne La lezione di Ionesco e ne Il contrabbasso di Süskind prodotti da MabTeatro. E’ protagonista di vari spot pubblicitari diretto da A.D’alatri e L.Lucini. Partecipa alle fiction “Che Dio ci aiuti”,“I segreti di Borgo Larici”,“Il peccato e la vergogna”,“Mia madre”,“ Squadra antimafia 3”,“Sangue caldo”,“Camera cafè”, “I Cesaroni”,“Don Matteo 8”,“Bye Bye Cinderella I e II”. Per il cinema è protagonista in “Andarevia” diretto da Claudio Di Biagio per RaiCinema e viene diretto M.Imboden in “Ham Han”g con Martina Gedeck.‎ Riceve la menzione dalla RadioSvizzeraItaliana per il docu-radio “L’invenzione della moka” di Matteo Severgnini,legge "L’universal sterminio" e in Blucomeunarancia su RSI2. Presta la sua voce ai romanzi “Nel tempo di mezzo” e “Picta” di Marcello Fois,per Radio24 in “Destini incrociati” e “Hotel Voi siete qui” di M.Caccia. Diretto da Sergio Ferrentino partecipa su RadioRai3 a “Crediti d’Attore” in diretta dal Teatro dei Filodrammatici di Milano ed è tra gli attori-voce del progetto AutoreVole ne “Il giardino di Gaia” di Massimo Carlotto. Doppia diretto da Luca Ward Moncherino in "Sons of anarchy" e da Raffaele Mertes e’ diretto in "Solo per amore" prodotto da Endemol in onda questa stagione.

Andrea Congia
Laureato in Filosofia e laureando in Etnomusicologia presso il Conservatorio di Cagliari. Chitarrista (chitarra classica,baritono e fretless),autore e interprete nelle formazioni musicali sperimentali Nigro Minstrel,Mascherada,Antagonista Quintet,Crais Trio,Baska,Hellequin,Orchestrina dei Miracoli,Gastropod,Skull Cowboys,Grande Madre Band,Death Electronics. Da anni prosegue sulla strada della coniugazione tra Parola e Musica in collaborazione con numerosi artisti provenienti da ambienti musicali e teatrali sardi in particolar modo attraverso la direzione artistica della Rassegna di Spettacolo “Significante”.
Andrea Pisu
Studia le launeddas con Luigi Lai e successivamente con Aurelio Porcu,l’ultimo dei grandi suonatori. Alla giovane età di 11 anni partecipa a numerose manifestazioni in tutta Europa e sui palchi di numerosi festival internazionali del folklore (U.S.A.,Grecia,Francia,Spagna,Germania,Polonia,Austria,Svizzera,U.K.). Ha all’attivo tre lavori discografici: “Pass’e tresi”,“Oltre il confine” e “Sonadores in Ramatura”. Nel 2005 riceve il Premio Maria Carta che lo inserisce a pieno titolo nel novero dei virtuosi della tradizione launeddistica. In questa veste esegue l’accompagnamento musicale nelle processioni religiose e nelle sagre tradizionali e porta lo strumento oltre i limiti delineati dalla Tradizione,inserendo brillantemente le launeddas nei più svariati generi,dal free jazz al rock,dal country alla musica celtica,dalla musica classica al blues. E’ il pioniere delle nuovissime Elettronettas,create da Francesco Caputzi,con le quali si cimenta in commistioni musicali nei più svariati generi.
VOCE RECITANTE: Daniele Monachella
CHITARRA CLASSICA / LOOP STATION: Andrea Congia
LAUNEDDAS/FIATI/PERCUSSIONI: Andrea Pisu
DISEGNO LUCE: Andrea Tocchio

Per info e orari:

Mab Teatro
079 9941898 – [email protected]

MABTEATRO

17 eventi pubblicati

0 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

Meteo

Min. °C
Max. °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
Il Meteo.net

Allerta Meteo

Rischio Idraulico

Oggi
Domani

Rischio Idrogeologico

Oggi
Domani

Temporali

Oggi
Domani
Scala di rischio
Moderato
Importante
Elevato

# Altri Eventi

17/05/2019
Sassari
dal 23/11/2018 al 31/01/2019
Sassari
dal 15/12/2018 al 16/12/2018
Cagliari
dal 23/11/2018 al 21/12/2018
Cagliari
dal 09/11/2018 al 03/03/2019
Nuoro
  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed
Regione Autonoma della SardegnaANCIACI

E24 S.r.l. P.iva 03760860928

SardegnaEventi24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Sassari al n.1 del 16/04/2018

Registrazione Tribunale di Sassari n°8 del 09/08/2010

Sede Legale: Via S. Sonnino 128 - 09127 Cagliari Italy

Sede Operativa: Piazza del Comune, 6 - 07100 Sassari Italy - Tel. +39 079 291662

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español