Italia Eventi 24
LinguaIT
Monica Leone in concerto al Teatro Massimo di Cagliari
23/07/2015

Metti in evidenza il tuo evento

La Stagione Concertistica 2015 degli Amici della Musica di Cagliari proseguirà anche per tutta l’estate: oltre agli appuntamenti extra moenia in alcuni dei luoghi più suggestivi dell’Isola,spazio alla musica da camera giovedì 23 luglio alle 20.30 al Teatro Massimo di Cagliari / nella Sala MiniMax con il recital della pianista Monica Leone,artista di spicco della scena italiana,erede della scuola del maestro Vincenzo Vitale.

La raffinata interprete dello strumento a tastiera proporrà un programma incentrato sul Romanticismo,dai Sette Lieder sul tema della Primavera di Franz Liszt (1811-1886),con interessanti e virtuosistiche trascrizioni (Frühling,da Fryderyk Chopin; Frühlingslied da Felix Mendelssohn; Frühlingsnacht da Robert Schumann; Frühlings und Liebe da Robert Franz; e infine Frühlingsglaube e Frühlingssehnsucht da Franz Schubert) alla magia dei Gesänge der Frühe op.133,i celeberrimi “Canti del Mattino” di Robert Schumann (1810-1956),che firma anche il delizioso Carnaval op.9.

Un recital affascinante incentrato sull’arte del pianoforte – tra melodie e accordi che evocano la stagione del risveglio della natura e la scrittura vertiginosa di Franz Liszt – nel solco dell’importante e innovativa scuola pianistica fondata da uno straordinario didatta,il musicista napoletano Vincenzo Vitale – tra i cui allievi spiccano i nomi di Riccardo Muti,Laura De Fusco,Maria Mosca,Marisa Somma,Michele Campanella,Bruno Canino,Sandro De Palma e Paolo Pollice (recentemente ospite della stagione degli Amici della Musica) e i solisti bulgari Ivan Drenikov e Alexander Hintchev,oltre al compositore e direttore Francesco d’Avalos.

Un’occasione per ritrovare la perfezione e precisione di un’esecuzione fondata sull’ascolto,sulla corrispondenza tra il gesto e il suono dove ogni singola nota viene distillata con sapienza e profonda consapevolezza,ma anche come naturale estensione e concretizzazione di un pensiero musicale. La scelta del programma – che si affida all’inclinazione squisitamente virtuosistica di un interprete leggendario quale Liszt,a sua volta artefice di una rivoluzione nella prassi esecutiva,oltre che nel rapporto fra artista e pubblico. La celebre e apprezzata scuola italiana di Vitale – diplomato nel 1932 all’École Normale de Musique di Parigi,poi perfezionatosi con Alfred Cortot – incontra il genio del maestro ungherese,con un’intrigante antologia di brani nati nella temperie romantica ottocentesca e ora riportati nell’alveo di una delle più prestigiose tradizioni pianistiche contemporanee.
Una materia sonora variegata,riplasmata sul temperamento e le qualità espressive di Franz Liszt,e di nuovo (re)interpretata dalla giovane e brillante musicista molisana che in un gioco di specchi si diverte a suggerire un’ulteriore giustapposizione,o contrapposizione tra lo slancio virtuosistico del compositore e pianista ungherese e il suo contemporaneo – quasi coetaneo Robert Schumann,icona del Romanticismo tedesco.

Nei Gesänge der Frühe op. 133 scritti nel 1853 si riconosce l’impronta schumanniana,fra slanci ardenti e improvvisi ripiegamenti,in un susseguirsi e alternarsi di tenerezza e impeto,di passaggi introspettivi e sogni fantastici. Un universo poetico caratterizzato da mutevoli stati d’animo,descritti sempre con straordinaria freschezza melodica e con una varietà armonica viva e frizzante anche nei sapori dissonanti. I Gesänge der Frühe traducono in musica le sensazioni e le emozioni dell’artista davanti al sorgere del giorno – dalla contemplazione assorta a una serenità interiore,fino a una gioiosa esplosione,e ancora alle sfumature di un diffuso lirismo nell’incontro tra l’uomo e la natura consolatrice.

Chiuderà in bellezza il concerto il Carnaval,op. 9 sempre di Robert Schumann – scritto tra il 1834 e il 1835 e dedicato al violinista Karol Lipiński: le ventidue Scènes mignonnes sur quatre notes (Piccole scene su quattro note) evocano immagini e maschere carnevalesche,trasportando sulla partitura le atmosfere giocose e l’allegria della festa,insieme al carattere dei diversi personaggi.
Un piccolo gioiello sonoro

Biglietto: 5 euro
info: 070.488502 e [email protected]
La Stagione Concertistica degli Amici della Musica di Cagliari proseguirà sabato 25 luglio alle 21.30 con un nuovo appuntamento della rassegna “Armonie sotto le stelle” nella Casa Frau di Pula: sotto i riflettori il duo formato dall’oboista Giuseppe Pibiri e dalla pianista Giorgia Cugia,con un programma che spazia fra Barocco e Romanticismo,dal Concerto in Fa maggiore di Arcangelo Corelli,all’ Adagio dal Concerto in do minore di Benedetto Marcello,dalla Chanson de matin di Edward Elgar alla Sonata op. 166 in Re maggiore di Camille Saint-Saëns per finire con la Canzone Boema di Giovanni Bolzoni.
Seguiranno altri appuntamenti estivi e un ciclo di concerti dedicati al pianoforte e alla musica da camera,tra varie locations suggestive del capoluogo e dell’Isola oltre che presso il Conservatorio di Musica “G.P. Da Palestrina” e il Teatro Massimo di Cagliari; da segnalare inoltre l’importante appuntamento con il XXIV Concorso Internazionale di Pianoforte “Ennio Porrino”,che si terrà in novembre tra il Conservatorio e il Teatro Lirico di Cagliari con il coinvolgimento di giovani e già affermati talenti dello strumento a tastiera,e di una prestigiosa giuria,che per una settimana potranno gustare le bellezze di Cagliari e della Sardegna.

Anna Brotzu

5 eventi pubblicati

0 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

Meteo

Min. °C
Max. °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
Il Meteo.net

# Altri Eventi

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español