Italia Eventi 24
LinguaIT
Hamid Ziarati presenta a Quartu il suo ultimo romanzo “Quasi due”
22/06/2012

Metti in evidenza il tuo evento

Mauro Pala,Professore Associato di Letterature Comparate presso l’Università di Cagliari,presenterà
Hamid Ziarati
Scrittore di origini iraniane,è nato a Teheran nel 1966. Da tempo residente a Torino,nel 1981 si è trasferito in Italia per motivi di salute. Infatti qui vivevano il fratello e la sorella,entrambi medici. Ha potuto lasciare l’Iran a condizione di non portare con sé denaro,poiché la sua giovane età lo rendeva idoneo a diventare un soldato. Ha frequentato il liceo e l’università proprio nel nostro Paese. Ha scritto il primo romanzo,Salam Maman (Einaudi,2006),dopo la nascita del suo primogenito. Un curriculum variegato il suo,che oltre al libro d’esordio (Salam,maman appunto) annovera una laurea in ingegneria,una grande passione per la cucina e una serie di lavori manuali risalenti all’epoca in cui intraprese il dottorato in meccanica applicata senza poter contare su una borsa di studio perché ancora privo della cittadinanza italiana. Il suo secondo lavoro letterario,pubblicato sempre da Einaudi,è “Il meccanico delle rose” (2009),romanzo nel quale il protagonista Reza prende forma attraverso il racconto delle vite di chi ha avuto un significato per la sua esistenza.
Il libro
«Dice che solo lui conosce i ghiribizzi delle sue rose,solo lui capisce,dal colore dei petali,di quale attenzione hanno bisogno. Le annaffia ogni giorno,e tiene più puliti quei cespugli che le sue unghie,sempre sporche di grasso. Usa un oliatore a becco lungo per concimarle alla base e una pistola per la verniciatura contro i parassiti. Quel giardino è il suo paese dei balocchi,dove tornare a essere un bambino che gioca a fare il meccanico delle rose».
Il protagonista di questo libro si nasconde letteralmente tra le righe. Abita non più di una frase del primo capitolo,e negli altri fa la sua comparsa a tempo debito. Eppure al centro del romanzo c’è lui: il protagonista assente,che proprio restando ai margini delle vite degli altri acquista una paradossale centralità.
La sua storia è raccontata attraverso le storie delle persone che sono state importanti per lui,nell’Iran dagli anni Venti ai giorni nostri: il padre,il cugino,la moglie,la figlia,una donna amata.
Chinandosi su ognuno di questi personaggi,e narrando le loro vicende come se fosse sulla loro spalla,l’autore riesce a farci entrare in profondità nelle tante vite che formano una vita,e un mondo.
Akbar – che vive in un paese ai bordi del deserto dove si estrae la migliore essenza delle rose di Persia – è un capofamiglia religioso e rispettato e trova un modo tutto suo per rimediare ai torti del destino che gli ha rubato un figlio.
Khodadad è appena un ragazzino quando fugge di casa in cerca di se stesso,nei giorni dell’anniversario del martirio dell’Imam Hossein e dei suoi settantadue seguaci.
Donya ha conosciuto la felicità e la disperazione,prima di andare in sposa a un uomo che ha il doppio dei suoi anni.
Mahtab stava per laurearsi in medicina e iniziare una nuova vita,quando è incappata nei Guardiani della Rivoluzione.
Laleh ha il nome d’un fiore – quello del martirio – e forse è una «pazza d’amore»: è lei,dal letto di un ospedale,in un lucido delirio,a tirare inconsapevolmente i fili di tutte le storie,e a restituire il volto contraddittorio del suo amato,il meccanico delle rose.
Il quadro dunque è compiuto. Ma chi è al centro di quel quadro? L’uomo che dà il titolo al libro ha creduto – come tutti – di essere protagonista della sua vita,ed è stato una comparsa in quella degli altri.
Quel che è certo è che sullo sfondo,dietro le tante figure,resta un Paese riconoscibilissimo ma mai nominato, per rispetto di chi – vivendo nei suoi confini – non può nominarlo.
Un romanzo fulmineo,vibrante,che racconta la forza e la debolezza dell’adolescenza, quel momento irripetibile in cui il nemico è soltanto un avversario con cui si condivide la voglia di giocare.
Organizza
L’Associazione Enti Locali per lo Spettacolo in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Quartu Sant’Elena,Assessorato Ai Beni Culturali e ambientali
L’ingresso gratuito
Info
Comune di Quartu Sant’Elena
Assessorato ai Beni Culturali
070.86.04.553

Daniela Deidda

891 eventi pubblicati

123 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

Meteo

Min. °C
Max. °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
Il Meteo.net

# Altri Eventi

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español