Italia Eventi 24
LinguaIT
Spettacolo del Teatro del Segno scritto,diretto e interpretato da Stefano Ledda e incentrato sulla storia di un giocatore di videopoker,tra cronaca e sensibilizzazione
24/03/2015

Metti in evidenza il tuo evento

Sbarca oltre Tirreno “GAP/ rovinarsi è un gioco” – lo spettacolo del Teatro del Segno scritto,diretto e interpretato da Stefano Ledda e incentrato sulla storia di un giocatore di videopoker,tra cronaca e fantasia: la pièce ispirata al “gioco d’azzardo patologico”,una delle nuove e insidiose forme di dipendenza “non da sostanze” in crescita in Italia (come in Sardegna) sarà infatti in cartellone venerdì 20 marzo alle 21 al Teatro Fraschini di Pavia nell’ambito del Progetto “Io non mi azzardo”.

L’invito non è casuale: la Provincia di Pavia detiene il poco invidiabile primato della spesa più alta – in percentuale rispetto al PIL e sull’importo pro capite – per il gioco d’azzardo in Italia; un dato preoccupante,rimbalzato pure sulle pagine del New York Times,con il paradossale contrasto tra una città ricca di cultura e di storia,sede di un’antica università,e il record della più alta frequenza di slot machines (una ogni 104 abitanti) e della puntata massima: 2900 euro. Numeri significativi – che hanno indotto amministratori e associazioni a interrogarsi e cercare soluzioni per porre un freno a un fenomeno preoccupante: nasce così “Io non mi azzardo”,con il fine di responsabilizzare i cittadini informandoli dei rischi e dei potenziali costi – in termini sociali – di un incremento del gioco. Tra le iniziative,anche lo spettacolo del Teatro del Segno,che mostra uno spaccato non consolatorio della realtà di un giocatore,vittima dell’attrazione irresistibile per lo schermo colorato di un videopoker: una storia vera,simile a tante altre,emblematica di quel che accade quando un semplice svago si trasforma in dipendenza,e il piacere dell’azzardo diventa una schiavitù.
Una notizia in cronaca,un dramma privato che diventa pubblico,la rovina di un uomo minacciato dagli usurai,la desolazione di chi sa di aver perduto tutto,ma nonostante tutto sente ancora il desiderio,e il bisogno insopprimibile di giocare ancora: “GAP/ rovinarsi è un gioco” è la rappresentazione della vicenda umana,forse troppo umana,di un uomo travolto dalla passione per il gioco,fino a dimenticare responsabilità e doveri,famiglia e amici. La psicologia di un giocatore – e la patologia ossessivo-compulsiva descritta dall’acronimo “GAP” – sono al centro dello spettacolo,che ha debuttato a Cagliari nel 2005,ma conserva tutta la sua attualità; anzi il fenomeno apparentemente marginale di una dipendenza da gioco d’azzardo dieci anni dopo si è trasformato in vera emergenza sociale,e se i dati sul volume d’affari di giochi online,concorsi e slot machines segnalano una costante crescita, sono in preoccupante aumento i casi di persone e famiglie rovinate dal gioco d’azzardo patologico seguiti dai SerD e dai servizi sociali nelle diverse regioni d’Italia.
La tournée di “GAP/ rovinarsi è un gioco” proseguirà poi nell’Isola,per una nuova tappa del progetto itinerante “Rovinarsi è un Gioco”- Sardegna 2014-1015 promosso dal Teatro del Segno e patrocinato dalla Presidenza della Camera dei Deputati e dalla Presidenza del Senato della Repubblica: martedì 24 marzo alle 10 in matinée per le scuole e poi alle 21 al Cineteatro Comunale Nelson Mandela di Santa Teresa Gallura il sipario si aprirà sullo spettacolo, un’intensa e amara testimonianza su come un innocuo passatempo possa distruggere un’esistenza,insinuandosi a poco a poco nei pensieri fino a diventare un’idea fissa,che cancella tutto il resto.

Il protagonista – un giovane uomo felicemente fidanzato e in procinto di sposarsi – vede infrangersi a poco a poco i suoi sogni,divorati dalla passione irresistibile per le combinazioni di segni e numeri che sanciscono la buona,o cattiva fortuna: inseguendo una vittoria irraggiungibile,finisce con il perdere amicizie e affetti,e la stima di sé. Una vicenda amara ed emblematica – rappresentata con tutta la forza evocativa del linguaggio teatrale,capace di sollecitare empatia,di far pensare e suscitare emozioni; e alla visione dello spettacolo seguirà l’incontro/dibattito con medici,psicologi ed esperti organizzato con il supporto e la collaborazione del SerD/ Servizio Dipendenze della ASL Olbia,diretto dal dottor Salvatore Carai.

Focus sul rischio della dipendenza da gioco d’azzardo – e sulle ricadute sociali del diffondersi dell’abitudine e attitudine a cercare in un “Gratta e Vinci” o nel poker online la soluzione ai problemi del quotidiano,o anche semplicemente il sottile brivido di una sfida alla (buona) fortuna: il Comune di Santa Teresa Gallura aderisce e sostiene il Progetto “Rovinarsi è un Gioco”/ Sardegna 2014-2015 con un duplice appuntamento rivolto sia agli studenti che al pubblico adulto.
Ragazzi e adolescenti sono infatti i potenziali “clienti” di domani del sistema del gioco d’azzardo,una vera e propria industria che trae immensi profitti,facendo leva sulla speranza di facili guadagni,del tutto incurante degli effetti collaterali,dall’impoverimento dei cittadini e delle famiglie,già in precaria situazione economica,fino al caso estremo delle dipendenze. Il moltiplicarsi delle forme e delle occasioni di gioco – soprattutto delle tipologie del “gioco tecnologico” – insieme a invitanti réclame – favorisce la diffusione tra i giovanissimi,e non solo,dell’interesse se non della passione per l’azzardo: dal pensionato che dilapida la pensione al disoccupato che spende il suo sussidio,allo studente che perde la sua borsa di studio,a quei dirigenti,o impiegati,che arrivano a rubare pur di continuare a giocare. Le cronache riportano quotidianamente gli episodi più drammatici o eclatanti,accanto ai rari casi di vincite che alimentano però le speranze,o meglio le illusioni di coloro che affidano alla sorte il compito di cambiare – in meglio – la loro esistenza: se le statistiche e i numeri implacabilmente confermano la quasi certezza e l’entità delle perdite e l’improbabilità di una vincita, son proprio la crisi economica e le difficoltà nello sbarcare il lunario a rendere paradossalmente più attraente l’idea di un colpo di fortuna.

L’obiettivo del Progetto “Rovinarsi è un Gioco”/ Sardegna 2014-2015 è sensibilizzare e informare,soprattutto i più giovani,sui rischi che si celano dietro quello che molti ritengono un semplice svago,un innocuo passatempo: in Italia,moderno “paese dei balocchi”,la vera sfida è riscoprire l’etica del gioco,il valore dell’impegno e dello studio,il rispetto delle regole e delle leggi,la coscienza del “bene comune” affinché ciascuno possa costruirsi un degno futuro.
Progetto “Rovinarsi è un Gioco”/ Sardegna 2014-2015
Incentrato sullo spettacolo “GAP/ rovinarsi è un gioco” – ideato,scritto,diretto e interpretato da Stefano Ledda,e frutto di un accurato lavoro di ricerca e documentazione sul fenomeno del gioco d’azzardo – e delle sue derive patologiche – attraverso interviste,testimonianze,cronache giornalistiche e ricerche scientifiche,il progetto “Rovinarsi è un Gioco”/ Sardegna 2014-2015 intende l’informare e sensibilizzare la popolazione dell’Isola – e specialmente i più giovani,i cittadini di domani – riguardo alle problematiche e le insidie legate al gioco d’azzardo tecnologico (videopoker,slot machines,poker online ecc).

L’iniziativa si pone l’obiettivo progetto di raggiungere,nel suo arco di esecuzione,10.000 spettatori,rivolgendosi in particolar modo gli allievi delle terze classi delle scuole medie inferiori e gli studenti delle scuole medie superiori del territorio regionale,oltre che della popolazione adulta.

Hanno accordato il loro patrocinio al progetto: la Presidenza della Camera dei Deputati,LaPresidenza del Senato della Repubblica,la Consulta Nazionale Anti Usura,l’A.GIT.A (Ass. nazionale degli ex Giocatori d’Azzardo e delle loro famiglie),unendolo a quello oneroso concesso in precedenza dalla Provincia di Cagliari 2010,dalla Provincia d’Ogliastra 2010,dalla Provincia del Medio Campidano 2011,dalla Asl Nuoro 2014,Asl 8 Cagliari 2014,Asl 6 Sanluri,Asl 7 Carbonia.
“GAP/ rovinarsi è un gioco” è stato anche il fulcro del Progetto per la Sensibilizzazione sull’Uso Responsabile del Denaro “ROVINARSI E’ UN GIOCO” promosso e sostenuto dalla Camera di Commercio di Cagliari/ Sportello Legalità e Anti Usura e dalla Caritas Diocesana di Cagliari.
Martedì 24 marzo – ore 10.00 (matinée) e ore 21.00

Per ulteriori informazioni e contatti:
T.F. +39 070 680229
M. +39 3929779211

Anna Brotzu

8 eventi pubblicati

0 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

Meteo

Min. °C
Max. °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
Il Meteo.net

# Altri Eventi

dal 14/12/2019 al 15/12/2019
Berchidda
dal 30/11/2019 al 18/12/2019
Cagliari
dal 28/11/2019 al 19/12/2019
Selegas
dal 09/11/2019 al 31/12/2019
Oristano
dal 22/09/2019 al 26/01/2020
Sanluri
dal 31/12/2019 al 01/01/2020
Narcao
dal 21/12/2019 al 23/12/2019
Irgoli
  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español