Italia Eventi 24
LinguaIT
Viaggio nel futuro tra ironia e possibili catastrofi traendo spunto dall'effetto serra e dall'innalzamento della temperatura terrestre
12/04/2013

Metti in evidenza il tuo evento

CeDAC XXXIII Circuito Teatrale Regionale Sardo per M’Illumino di prosa Stagione 2012-13
L’Uovo – Teatro Stabile d’Innovazione (L’Aquila)
6° (sei gradi)
di e con Giobbe Covatta
venerdì 12 aprile ore 21,00 Macomer / Teatro Costantino
Viaggio nel futuro tra ironia e possibili catastrofi con “6° (sei gradi)” di e con Giobbe Covatta: trae spunto dall’effetto serra e dall’innalzamento della temperatura terrestre per disegnare scenari fantascientifici (ma non troppo) il nuovo spettacolo dell’artista partenopeo (con la partecipazione di Mario Porfito e con Ugo Gangheri).

La tournée – nell’ambito del XXXIII Circuito Teatrale Regionale Sardo potrà essere seguita venerdì 12 aprile alle 21 al Teatro Costantino di Macomer,sabato 13 aprile alle 21 al Teatro Tonio Dei di Lanusei per concludersi domenica 14 aprile alle 21 al Teatro del Carmine di Tempio Pausania.
Vis comica e cronache del futuro in “6° (sei gradi)”: Giobbe Covatta sceglie un numero per il titolo della nuova pièce (scritta a quattro mani con la compagna di vita e d’arte Paola Catella),quasi a proseguire idealmente la serie iniziata con “7” (sui vizi capitali) e “30” (come gli articoli della carta dei diritti umani),per affrontare un tema scottante e attuale come i cambiamenti del clima e le conseguenze a breve e lungo termine sui delicati equilibri dell’ecosistema.

La vita sulla Terra tra dieci,cento o duecento anni non sarà più la stessa,il pianeta rischia di diventare – a seguito degli stravolgimenti causati dall’uomo – sempre più inospitale: l’aria potrebbe essere irrespirabile in superficie a causa dell’inquinamento; lo scioglimento dei ghiacciai e il mutamento del paesaggio potrebbero mettere in pericolo la sopravvivenza di varie specie animali e vegetali.

Divertente e perfino un po’ “inquietante” – pur nella leggerezza dell’ironia – per le riflessioni che sollecita su un argomento cruciale per il destino se non del mondo almeno dei discendenti di Adamo ed Eva (o dell’homo sapiens e affini),ancora con salde radici sulla Terra e nel sistema solare.

Brillante esercizio di fantasia – sostenuto da rigorosi dati scientifici – “6° (sei gradi)” disegna i possibili scenari di un domani non troppo lontano tra profonde e irreversibili trasformazioni dell’ambiente e geniali invenzioni,tecnologie avveniristiche e perfino nuovi modelli di società: il comico napoletano (nato in Puglia ma cresciuto nella città di Eduardo) si diverte a immaginare un universo profondamente cambiato indagando anche nei labirinti del cuore umano e nella capacità della mente.

Creatività e ricerca possono diventare strumento di salvezza in un’emergenza che si annuncia sempre più preoccupante,e certamente in paesaggi deserti d’uomini potranno trovare posto nuove forme di organizzazione politica e sociale più o meno vicine all’utopia (o al suo contrario).

Viaggio nel tempo quindi punteggiato da battute e gags con lo spirito caustico e gli strali satirici della miglior tradizione della commedia,che “castigat ridendo mores” (ovvero fa trapelare,tra il riso,la sua aperta critica dei costumi,mettendo in mostra e un po’ in berlina vizi e debolezze in particolare dei potenti ma pure di una variegata umanità) all’insegna di “6° (sei gradi)” di pura ironia.

Le teorie sul clima e sui danni ambientali frutto di un temerario ricorso a chimica e biochimica (dai fertilizzanti agli ogm,per non parlare di centrali nucleari e prove di guerra) ma pure all’ingegneria – le dighe che sottraggono l’acqua alle popolazioni e depauperano flora e fauna – s’intrecciano in queste previsioni dell’avvenire con le prevedibili reazioni dei figli e nipoti,costretti ad affrontare le conseguenze dei comportamenti distruttivi e irresponsabili dei loro antenati.

L’esilarante e tragicomico contrasto tra i trionfanti proclami in nome di un progresso ad ogni costo e di una crescita incondizionata – economica e tecnologica – e il risultato di quegli atteggiamenti sulla qualità della vita,o la stessa sopravvivenza,delle generazioni future svela il punto debole del modello consumistico,condannato ad un’espansione costante in un pianeta le cui risorse sono necessariamente limitate.

La fede nell’ingegno umano,capace di escogitare e inventare nuovi sistemi per far fronte alla catastrofe,non giustifica un modo di fare troppo spregiudicato e miope, incapace di guardare al domani,anche perché i segnali di pericolo non mancano: l’uomo,enfant prodige (con i suoi circa 200mila anni) tra le specie sulla Terra,continua a “giocare” sperimentando nuovi modi di imbrigliare la natura,ma tende a dimenticare (nel suo entusiasmo) l’esistenza di effetti collaterali.

Invece come ricorda il Butterfly Effect di Edward Lorenz,riassunto nell’immagine del “battito d’ali di una farfalla in grado di provocare un uragano dall’altra parte del mondo” (ovvero la “dipendenza sensibile alle condizioni iniziali”) ogni più piccolo gesto o mutamento incide sul corso degli eventi,e qualora la Terra divenisse inabitabile,non è detto che si farebbe in tempo (né che basterebbe) cercare rifugio su Marte e un altro pianeta.

E neppure,come suggerisce Giobbe Covatta,si riuscirebbe tanto facilmente a sfuggire alle ire e alla giusta indignazione di nipoti e pronipoti…

Gianmaria Covatta in arte Giobbe dividerà la scena con l’attore partenopeo Mario Porfito (volto noto del piccolo schermo,da “La squadra” a “Un posto al sole” e “Un medico in famiglia”,diretto al cinema da Lina Wertmüller,Mario Martone e Sergio Rubini) e con il musicista napoletano Ugo Gangheri,per dar vita a un coinvolgente e divertente show tutto da ridere (ma anche pensare).

MACOMER: Biglietti: primi posti: intero €15 – ridotto €13 / secondi posti: intero €13 – ridotto €10
info: 347 8777538 – [email protected]www.cedacsardegna.it

LANUSEI: Biglietti: platea primi posti: intero €14 – ridotto €12; secondi posti: intero €12 – ridotto €9
galleria: € 8 – info: cell: 3388727641 – [email protected]www.cedacsardegna.it
TEMPIO PAUSANIA: Biglietti: Platea intero e galleria centrale €16 – ridotto e galleria laterale €14


Organizzazione

[email protected]
347 8777538

AnnaBrotzu CeDAC

73 eventi pubblicati

0 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

Meteo

Min. °C
Max. °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
Il Meteo.net

# Altri Eventi

dal 29/07/2019 al 28/08/2019
Perdaxius
dal 23/08/2019 al 01/09/2019
Alghero
dal 03/08/2019 al 25/08/2019
Olbia
dal 24/06/2019 al 30/08/2019
Santa Teresa Gallura
31/08/2019
Cagliari
31/08/2019
Giba
dal 23/08/2019 al 29/08/2019
Nuoro
  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español