Italia Eventi 24
LinguaIT

Olbia

  • Provincia Sassari
  • Sito Comune Comune di Olbia
  • Cod. Postale 07026
  • Codice ISTAT 012121
  • Codice Catastale I793
  • Abitanti 60.340
  • Altitudine 10 m s.l.m.
  • Superficie 3,03 km²

La storia di Olbia
La mitologia Greca attribuisce al figlio di Ercole la nascita di Olbia, il primo consistente insediamento umano nella costa est della Gallura. Anche la Civiltà Nuragica (1800-238 a.C.) si espanse in questo tratto di costa Gallurese, caratterizzato da vaste piane, porti naturali ed impervi promontori granitici sui quali costruire i propri edifici di avvistamento, di culto o funerari. Furono però i fenici a fondare il primo nucleo urbano, nel stesso sito in cui è ubicata l’attuale città di Olbia, la loro unica colonia dell’area nord-orientale dell’isola.

La nascita documentata del centro viene datata comunque tra il IV ed il III secolo a.C., a tale periodo risale il granito di S’Imbalconadu (visibile nel Museo Sanna di Sassari), nel quale compare il simbolo della divinità punica Tanit. I pochi resti di questo primo insediamento urbano giacciono attualmente sotto la parrocchiale di San Paolo, vicino al Corso Umberto I. Durante la dominazione romana Olbia conobbe un’espansione unica nella sua storia, l’estrema vicinanza con la capitale dell’Impero ne favorì notevolmente lo sviluppo.

Verso la metà del 400 d.C. la Sardegna fu invasa dai vandali, popolazione che si limitò ad attestarsi lungo le coste, occupando centri come Terranova e facendo scappare la popolazione verso l’interno. Durante ‘l’età Giudicale’ Olbia tornò alla ribalta, fu dotata di un castello ed elevata a capitale del regno. Nella successiva dominazione degli aragonesi il centro si spopolò nuovamente ed i suoi abitanti si dispersero nelle aride campagne, formando aggregati di stazzi, le tipiche abitazioni rurali della Gallura. Con l’avvento dei Savoia si posero le basi per la fine del sistema feudale e Terranova Pausania riprese il suo sviluppo grazie ad importanti interventi come la riapertura dei trasporti marittimi, la costruzione della ferrovia e della carrozzabile che la collegò alla Carlo Felice, ad oggi la strada più importante dell’isola. Un notevole sviluppo si ebbe grazie all’industria del sughero, alla pastorizia, al settore caseario e alla pesca.

Il centro urbano
Olbia è la più estesa città della Gallura, dotato del porto turistico, commerciale e con il servizio di traghetti giornaliero verso la penisola; inoltre dotato di un funzionale aeroporto, una zona artigianale ed una discreta zona industriale. Il cuore della città è il suo accogliente centro storico, il vero boudoir cittadino vivacizzato dalle mille botteghe, dai piccoli ristoranti di grande fama e dagli accoglienti cocktail bar. Davanti al molo degli imbarchi per Livorno si erge l’elegante palazzo del Municipio, all’imboccatura del Corso Umberto, nel primo viottolo sulla sinistra (via Piro) dopo l’edificio comunale si trova L’Azienda Autonoma di Soggiorno con il servizio d’informazioni turistiche. Nella piccola piazza Civita sorge la parrocchiale di San Paolo, che presenta un’imponente facciata in blocchi di granito è la bellissima cupola rivestita in maioliche policrome. In via San Simplicio si trova la chiesa omonima, alla quale è legata la festa più sentita di Olbia.

Le spiagge a nord, la costa ed i siti archeologici di Olbia
In corrispondenza del villaggio turistico di Bados, arrivando da Golfo Aranci e dopo Cala Sassari, si stende la spiaggia omonima, che segna l’inizio del litorale di Olbia. Il Lido Pittulongu, che si trova ad un paio di chilometri a sud della spiaggia succitata, è molto frequentato dagli abitanti di Olbia, dato che dista solo otto chilometri dal centro cittadino.

Poco distante dalla spiaggia è indicato il pozzo nuragico di Sa Testa e alla sinistra dell’arenile si scorge la Punta di Filio, il piccolo promontorio che segna l’ingresso della darsena dove sorge la stazione marittima di Olbia. Prima d’inoltrarsi nel centro abitato, uno svincolo a destra indica la zona di Cabu Abbas, nella quale sorge un imponente struttura nuragica con annesso un pozzo sacro in esemplare stato di conservazione.

Le spiagge a sud di Olbia
Dal cavalcavia all’uscita di Olbia si può imboccare la strada per San Teodoro (dir. Nuoro) e le spiagge a sud del paese. Superato un vecchio ponte che passa sul fiume Padrogiano si trova lo svincolo per il villaggio Lido del Sole, in prossimità della Punta Saline, immediatamente dopo si trova l’ingresso per la Spiaggia delle Saline. Sul versante interno, tra la spiaggia e la strada, si allargano gli stagni di Tartanelle e Peschiera, un paradiso per i birdwatchers. A circa quattro chilometri si trova la frazione di Multa Maria, dalla quale si raggiunge la spiaggia di Porto Istana, attraversata da un piccolo ruscello e con l’orizzonte sormontato dalla magnifica isola di Tavolara.

All’ingresso della strada per Porto Istana si trova lo svincolo per Capo Ceraso (sinistra), in cui s’incontra immediatamente l’ingresso per la Spiaggia Peschiera e successivamente altri piccoli arenili.

Continuando lungo i versanti del promontorio s’incontra sulla sinistra la stradina che conduce a Porto Vitello, una baia riparata da qualsiasi condizione del mare. Prima di arrivare al Capo Ceraso, sulla sinistra si scorgono i due isolotti di Portolucas, davanti ai quali sorge la spiaggia omonima (da non perdere); sulla destra una piccola stradina conduce a delle vecchie postazioni militari. Da questo punto, attraverso un piccolo sentiero, si possono raggiungere le cale di Porto Legnaio e Sa Enas Appara, in quest’ultima sorge uno spettacolare arenile.

Eventi Principali
La principale festa di Olbia è quella in onore di San Simplicio, considerate la ‘Festa Manna’ (festa grande) di Olbia. Si festeggia il 15 maggio con la solenne processione, i fuochi d’artificio e le gare di poesia e la sagra delle cozze. L’estate olbiense e la Settimana del Folclore Internazionale è una manifestazione organizzata dall’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, con spettacoli musicali, teatrali e cinematografici, gare sportive, concerti polifonici, durante l’arco di tutta l’estate.


Meteo Olbia

Tutto il giorno sereno
Mercoledì
Tutto il giorno sereno
Min.8 °C
Max.19 °C
Durante la prima parte della giornata sereno tendente nella seconda parte della giornata nubi sparse con qualche pioggia
Giovedi
11 / 20 °C
Tutto il giorno nubi sparse
Venerdì
11 / 20 °C
Durante la prima parte della giornata coperto tendente nella seconda parte della giornata nubi sparse
Sabato
12 / 19 °C
Durante la prima parte della giornata poco nuvoloso tendente nella seconda parte della giornata sereno
Domenica
10 / 17 °C
Tutto il giorno nubi sparse con qualche pioggia
Lunedì
10 / 15 °C
Durante la prima parte della giornata coperto tendente nella seconda parte della giornata nubi sparse con qualche pioggia
Martedì
9 / 13 °C
Il Meteo.net

Allerta Meteo

Rischio Idraulico

Oggi
Domani

Rischio Idrogeologico

Oggi
Domani

Temporali

Oggi
Domani
Scala di rischio
Moderato
Importante
Elevato

# Eventi

dal 30/11/2018 al 02/12/2018
Olbia
dal 23/11/2018 al 25/11/2018
Olbia
  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed
Regione Autonoma della SardegnaANCIACI

E24 S.r.l. P.iva 03760860928

SardegnaEventi24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Sassari al n.1 del 16/04/2018

Registrazione Tribunale di Sassari n°8 del 09/08/2010

Sede Legale: Via S. Sonnino 128 - 09127 Cagliari Italy

Sede Operativa: Piazza del Comune, 6 - 07100 Sassari Italy - Tel. +39 079 291662

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español