Italia Eventi 24
LinguaIT

Alghero

  • Provincia Sassari
  • Sito Comune Comune di Alghero
  • Cod. Postale 07041
  • Codice ISTAT 090003
  • Codice Catastale A192
  • Abitanti 43.964
  • Altitudine 7 m s.l.m.
  • Superficie 225,40 km²

Nonostante Alghero sia la quinta cittadina nell’isola, per numero di abitanti, i ritmi della vita sono quelli placidi del paese, scossi solo durante l’euforica estate quando tra sole, mare e vita notturna, non ci si ferma mai. La presenza umana nel territorio algherese è tra le più antiche in Sardegna. I resti della Grotta Verde, nel territorio di Alghero, si riferiscono alla metà del V millennio avanti Cristo. Il borgo dal quale si è sviluppata la città moderna, venne ufficialmente fondato intorno al 1100, quando i Doria ottennero il permesso di fortificare i loro possedimenti. Furono gli aragonesi, nel pieno della loro espansione nel Mediterraneo, a strappare Alghero alla nobile famiglia genovese ed a ripopolare il centro, considerato di basilare importanza, con dei coloni catalani. All’arrivo dei Savoia, gli algheresi mantenevano la loro parlata catalana e il loro atteggiamento di diffidenza verso gli “stranieri” sardi.

Durante la ricostruzione post-bellica Alghero si presentava come la più importante realtà turistica dell’isola. Diverse situazioni impedirono il decisivo decollo della città, a metà degli anni ’80 il turismo in città si concentrava in pochi giorni d’agosto. Dopo anni di alti e bassi causati da improbabili strategie turistiche, la vecchia porta dorata ha riaperto i suoi battenti e grazie ai collegamenti aerei giornalieri con la penisola, con l’Inghilterra, la Germania e la Spagna, Alghero si riaffaccia autoritariamente in Europa pronta a dare a tutti il suo Benvangut (benvenuto).

Alghero centro storico

Gli abitanti di Alghero sono soliti chiamare così il borgo antico. Fino alla metà dell’ottocento, la cinta muraria che ha circondato la cittadina, ne condizionava l’architettura. Gli attuali bastioni sono solo una parte del grandioso sistema di fortificazioni che avevano elevato gli aragonesi, verso la metà del 1800 furono abbattute perché viste come un ostacolo allo sviluppo della città. Il primo bastione che s’incontra, tra il moderno lungomare Busquets ed il porto, è il bastione della Maddaleneta. Nelle sue mura sono aperte due piccole porte a mare, percorribili solo a piedi. Alla destra del forte si trova la vera Porta a Mare, questo era il principale ingresso della città, attualmente è l’ingresso all’alcova delle ammiccanti botteghe del centro storico. Una scalinata sulla destra della Porta conduce sul Bastione Magellano, dal quale si gode un fantastico panorama sul porto e su tutta la riviera. Da questo punto si può arrivare alla cattedrale, oppure si può proseguire avanti attraversando un piccolo ponte e arrivando ai piedi dei gradini della torre di Sant’Erasmo. La fortificazione continua con l’antico bastione Pigafetta, passando attraverso due torri: quella affacciata sul mare è la Torre della Polveriera; quella interna è la Torre della Campana. Alla fine della lunga via si trova la Torre di San Giacomo. L’ultimo tratto di fortificazione è costituito dai Bastioni Marco Polo, i quali terminano in corrispondenza della Torre di Sulis. Lo stesso appellativo è stato dato alla piazzetta antistante, anche se la gente del luogo la chiama molto più semplicemente “piazzetta”, la quale si può considerare il vero fulcro della vita notturna durante l’estate. In questo punto si trovano i P.R. e i bus delle varie discoteche, negli accoglienti bar del circondario si consumano cocktail o rinfrescanti gelati, da qui si parte per fare quattro passi attraverso il moderno bastione del Lungomare Dante, chiamato familiarmente “Passeggiata”. I palazzi di Piazza Civica, il palazzo Guillot in via Gilbert Ferret, il bellissimo Palau Reial, la chiesa di San Francesco, il palazzo Machin, sono i pilastri fondamentali di quello che viene definito il “quartiere Gotico”. Tale nome è stato preso dall’analogo quartiere di Barcellona e Alghero stessa, veniva chiamata Barcellonetta.

Le chiese di Alghero

Le chiese più importanti di Alghero sono: Cattedrale di Santa Maria, la costruzione fu iniziata nel 1530 e portata a termine dopo oltre settant’anni, i vari momenti della sua realizzazione sono testimoniati dall’amalgama di stili che la compongono; la chiesa di San Francesco è stata edificata nella seconda metà del 1300, grazie al patrocinio di molte famiglie dell’aristocrazia locale e può essere considerata la Cattedrale Affettiva degli algheresi; la chiesa di San Michele (1612) è famosissima per la cupola policroma, visibile praticamente da qualsiasi punto del lungomare; La chiesa di Valverde, si trova nell’agro e la tradizione vuole che l’edificio nasca nel luogo in cui venne rinvenuto il simulacro della Nostra Signora di Valverde.

Alghero spiagge

Alghero spiaggeLe spiagge sono il principale motivo per cui Alghero è famosissima. Tutti i litorali algheresi sono formati da sabbie finissime e acque limpide. Il primo tratto di arenile regolarmente frequentato ed estremamente accessibile è quello di San Giovanni, lungo la via Lido. La spiaggia s’interrompe per un breve tratto e riparte poco dopo l’ospedale marino con la lunghissima pineta di Maria Pia che sovrasta la spiaggia omonima, la quale finisce nei pressi del Palazzo dei Congressi, costruito recentemente sul lato opposto della strada. Superata la Frazione di Fertilia, s’incontra sulla destra la spiaggia di Punta Negra e pochi chilometri più avanti, seguendo le segnalazioni, si svolta a sinistra per raggiungere la spiaggia delle Bombarde e quella del Lazzaretto. Poco distante dalla spiaggia omonima si trova la torre del Lazzaretto, nell’insenatura dirimpetto si allarga un modesto arenile, molto appartato. Proseguendo sulla strada sterrata si arriva a Capo Galera, in cui non esiste una spiaggia ma ampi scogli in cui si può comodamente stendere l’asciugamano. Subito dopo la borgata di Maristella, in direzione del faro di Porto Conte, un ingresso non segnalato sulla sinistra conduce (strada sterrata) a Punta Giglio, dove si trovano brevi tratti di arenile. Superato l’incrocio Maristella Capo Caccia, immediatamente sulla sinistra si allunga la Pineta Mugoni ed alle sue spalle si trova un bellissimo litorale. Dopo qualche chilometro s’incontra sulla destra la Stazione della forestale di Prigionette, chiamata anche Arca di Noè. Continuando a percorrere la litoranea, la strada porta al Belvedere, davanti all’isola della Foradada e poco dopo all’estremità di Capo Caccia, il limite nord del Golfo di Alghero. Nell’ampio parcheggio, un piccolo cancello porta a L’Escala del Cabirol (Scala del Capriolo), l’unica possibilità di arrivare via terra alle Grotte di Nettuno (650 gradini). La costa a sud della cittadina catalana, quella verso Bosa per intenderci, è sicuramente meno ricca di litorali sabbiosi ma non meno incantevole. Il primissimo arenile si trova all’inizio del lungomare Valencia, con l’ingresso dirimpetto ad una piccola edicola. Poco più avanti, a metà della ripida salita, un ingresso sulla destra porta alla zona degli Scogli Piatti. Oltre il colle del Balaguer si riscende verso la costa. Ritornando sulla strada per Bosa, dopo una ripida discesa, s’incontra la spiaggia della Speranza (Comune di Villanova Monteleone).

Il parco di Porto Conte

Nel gennaio 1999 Porto Conte, Capo Caccia ed il loro incantevole circondario divennero Parco Regionale, per valorizzare i suoi beni di ‘rilevante interesse naturalistico e ambientale. Questi patrimoni ambientali sono: la grotta di Nettuno, uno degli antri più famosi d’Italia; la riserva Naturale di Prigionette (L’Arca di Noè), dove è possibile osservare i Cavallini della Giara, i daini, gli asinelli bianchi, i grifoni ed ancora donnole, cinghiali, il falco pellegriono, le berte maggiori, i marangoni dal ciuffo ed ancora tanto altro; la Grotta Verde o di Sant’Elmo, posizionata quasi parallelamente alla Grotta di Nettuno, che ha un inestimabile importanza in campo archeologico. Il Monte Doglia, che è un punto di rilevante interesse naturalistico, oltre che il più panoramico dell’intero golfo di Alghero; nei pressi di Fertilia si trova lo stagno di Calich, dove si possono anche ammirare i resti di un ponte romano.
Archeologia

Sulla strada per Ittiri sorge invece la necropoli di Santu Pedru, che risale alla Cultura di Ozieri (3240 – 2360 a.C.). La necropoli di Anghelu Ruju si trova sulla strada dei due mari, in direzione Porto Torres, ed è una dei più grandi complessi di Domus de janas della Sardegna. Tra Alghero e Capo Caccia si trova il Complesso Nuragico di Palmavera, costituito da un nuraghe circondato da un villaggio con 50 capanne circa, tra le quali la più importante è la “Capanna delle Riunioni”.

Artigianato algherese

L’artigianato locale è principalmente quello degli orafi artigiani del corallo. Un tempo la città era rinomata anche per la produzione di cestini in giunchi e in vimini, oramai diventati un prodotto da collezionisti.

Avvenimenti e feste ad Alghero

Cap d’Any a l’Alguer è un programma di concerti, spettacoli teatrali, rappresentazioni in piazza, che parte dai primi di dicembre per concludersi la notte di Capodanno. L’iniziativa è nata nel 1999 ed in pochi anni ha raggiunto un successo strepitoso. La Settimana Santa è l’insieme dei riti sacri della pasqua, uno scampolo delle origini aragonesi. A parte i fuochi d’artificio, durante il Ferragosto non esiste una programmazione ufficiale di eventi, tuttavia ogni singolo metro della città, delle spiagge e delle discoteche viene letteralmente invaso di gente. L’organizzazione è lasciata all’improvvisazione: feste in spiaggia, serate musicali nel lungomare e tanto altro. Tutti i mercoledì dell’anno ha luogo il mercatino, in cui si può trovare realmente di tutto. Manifestazioni, concerti, mercatini, sono delle costanti che si rinnovano in continuazione, per essere sempre aggiornati su ogni novità basta informarsi presso la funzionale Azienda Autonoma di Soggiorno (Tourist informations), situata a pochi passi dalla torre di Porta Terra (Tel. 39 079 979 054).


Meteo Alghero

Tutto il giorno sereno
Martedì
Tutto il giorno sereno
Min.15 °C
Max.23 °C
Tutto il giorno sereno
Mercoledì
13 / 21 °C
Durante la prima parte della giornata sereno tendente nella seconda parte della giornata nubi sparse
Giovedi
12 / 19 °C
Tutto il giorno sereno
Venerdì
12 / 19 °C
Tutto il giorno sereno
Sabato
10 / 16 °C
Tutto il giorno sereno
Domenica
9 / 15 °C
Durante la prima parte della giornata sereno tendente nella seconda parte della giornata nubi sparse
Lunedì
10 / 16 °C
Il Meteo.net

Allerta Meteo

Rischio Idraulico

Oggi
Domani

Rischio Idrogeologico

Oggi
Domani

Temporali

Oggi
Domani
Scala di rischio
Moderato
Importante
Elevato

Video Promozionale

# Eventi

17/11/2018
Alghero
dal 24/11/2018 al 25/11/2018
Alghero
dal 31/08/2018 al 31/12/2018
Alghero
dal 01/12/2018 al 02/12/2018
Burgos
dal 24/11/2018 al 02/12/2018
Cagliari

# Itinerari

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed
Regione Autonoma della SardegnaANCIACI

E24 S.r.l. P.iva 03760860928

SardegnaEventi24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Sassari al n.1 del 16/04/2018

Registrazione Tribunale di Sassari n°8 del 09/08/2010

Sede Legale: Via S. Sonnino 128 - 09127 Cagliari Italy

Sede Operativa: Piazza del Comune, 6 - 07100 Sassari Italy - Tel. +39 079 291662

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español